Minestra di Orzo e Fagioli

Print Friendly, PDF & Email

Questa Minestra di Orzo e Fagioli, dove i cereali, i legumi, la carne e le verdure fresche s’incontrano per creare un piatto unico con ispirazione ad una ricetta Altoatesina.

Questa ricetta di origine povera, ma sana e gustosa, è un piatto ideale per l’arrivo dei primi freddi. Gli ingredienti in questa “rivisitazione” la rendono un piatto completo(un primo, la minestra + un secondo, la carne), che può trasformarsi in un piatto vegetariano per la ricchezza di verdure e cereali contenuti, e che anche eliminando la parte di carne prevista, la mantengono nutriente ed equilibrata.

Una preparazione non velocissima, ma che ricorda quelle che preparavano le nostre nonne fatto con da una notte di fagioli in ammollo e la cottura lenta che facevano sulle cucine/stufa a legna e che rendeva tutto saporito e paricolare.


Minestra di Orzo e Fagioli

(Facile – 2 ore e 30 + una notte per l’ammollo dei Fagioli – 4 persone)

  • 200 gr di Orzo Perlato
  • 200 gr. Fagioli secchi
  • 100 gr di Speck Affumicato o del Gambuccio di Prosciutto
  • 4 salsiccette mignon
  • 4 costolette di maiale
  • 1 costa di Sedano
  • 2 carote
  • 1 patata
  • 2 cipolle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto ricco di erbe aromatiche composto da 1 foglia d’alloro, prezzemolo, 1 rametto di Rosmarino e 1 di maggiorana
  • Grana Padano
  • Olio estravergine
  • Sale e Pepe

Partiamo la sera prima mettendo in ammollo i fagioli in una ciotola con l’acqua fredda e lasciamoli riposare tutta la notte.

Il giorno dopo sciacquateli, metteteli in una pentola con una carota raschiata e lavata, qualche foglia di sedano, la foglia d’alloro, coprite con acqua fredda e dopo averla portata a bollore lasciate sobbollire dolcemente per circa un’ora, regolando di sale verso fine cottura.

Poco prima che i Fagioli abbiano terminato la cottura iniziamo a preparare il soffritto di verdure lavate, eliminando il filamento al sedano, raschiando la carota, sbucciando la patata e riducendo tutto a dadini. Tritate anche le erbe aromatiche, l’aglio e la cipolla. Riducete a cubetti lo speck (io lo faccio a pezzettoni perchè mi piace questo contrasto di dimensioni) e fate rosolare il tutto in una pentola con un giro d’olio. Aggiungete anche le salsiccie, le costine e lasciatele insaporire qualche minuto con il soffritto a fiamma bassa.

Nella ricetta tipica Altoatesina le erbe aromatiche tritate vengono rosolate a parte con un filo di olio insieme l’aglio e la cipolla rimasta, ed aggiunte alla minestra 10 minuti prima del termine della cottura. Mentre la carne, escluso lo speck, aggiunte con i fagioli. Quindi bollite e non rosolate.

Sciacquate l’orzo e aggiumgetelo al soffritto, mescolate e lasciate insaporire un minuto e poi aggiungete anche i fagioli e il loro liquido di cottura privato delle verdure. Riportate il tutto a  bollore, coprite con un coperchio e continuate la cottura a fiamma dolce per una mezz’oretta.

Regolate di sale, pepate e lasciate cuocere per un’altra decina di minuti in modo che la minestra si insaporisca ed asciugandosi risulti più densa.

A cottura ultimata lasciate riposare la Minestra di Orzo e Fagioli qualche minuto prima di servire  spolverata con una bella grattugiata di grana.

Commenta per primo

Lascia un commento