Tortine Camille. Le tortine alla carota

Print Friendly

Le tortine Camille  sono una versione casalinga della famosa merendina della Mulino Bianco a base di carote e farina di mandorle. Apprezzata per la sua morbidezza e il suo sapore intenso abbinato al gusto delle mandorle e dell’arancia.
Gustose, ricche di vitamine e minerali, per la presenza delle carote e le mandorle che rilasciando  energia  preparano l’organismo ad affrontare la giornata.
Morbide,  senza bisogno di aggiungere farcitura, si mangiano a colazione o a merenda, con una tazza di latte o the caldo,, ma anche da sola come veloce snack.


Ingredienti Tortine Camille

  • 200 g di farina 00
  • 250 g di carote
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di mandorle polverizzate
  • 3 uova
  • 1 arancia grande (la scorza e il succo)
  • 150 g di olio di semi
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • q.b. zucchero a velo vanigliato per decorare

Lavare per bene le carote e l’arancia. Asciugate bene le carote e pelatele con un pelapatate. Private l’arancio della buccia, dopo averne ricavato il succo, tritatelo o grattuggiatelo, evitando la parte bianca  e tenetelo da parte.
Tagliate le carote a pezzetti e tritatele finemente, unite l’olio e continuate a miscelare finché non otterrete una crema bella liscia ed omogenea.
In un’altra ciotola montiamo con la frusta le uova intere, con lo zucchero e un pizzico di sale, a neve fermissima. Il risultato deve essere gonfio e spumoso
Aggiungere la crema di carote, la buccia e il succo dell’arancia, poco alla volta, impastando per incorporare le carote.

Questo passaggio è molto importante, se versate tutto in una volta, il composto si sgonfia e la torta non crescerà, ma si ammasserà.

Aggiungiamo la farina a cucchiaiate, poi la polvere di mandorle e infine il lievito.
Imburrare e infarinare gli stampini monoporzione o pirottini di carta, e versate dentro il composto, cercando di non sporcare i bordi per evitare che si brucino.
Cuocere a 180° per 40 minuti abbondanti, controllate la cottura interna con uno stuzzicadente.
Una volta cotta, le Camille possono essere spolverizzata con zucchero a velo, se volete, e servite.

Consiglio:

Questo impasto si conserva anche per una settimana. E’ consigliabile tenerle in un contenitore chiuso in modo che non siano esposte all’aria, per mantenere la loro freschezza. L’interno rimarrà sempre morbido e il gusto delle carote intenso e corposo.
Non saranno identiche alle originali Tortine Camille, ma se seguite la ricetta, il gusto somiglierà molto e gli ingredienti saranno naturali e senza conservanti dannosi.

Commenta per primo

Benvenuti