Spaghetti all’acquapazza

Print Friendly, PDF & Email

Gli spaghetti all’acquapazza sono un piatto della tradizione povera Campana che consiste nell’utilizzo di pochi ingredienti: olio, aglio e pomodorini. A inventarli pare siano stati i pescatori, che sui pescherecci li preparavano con i pesci piccoli, quelli cioè che non avrebbero potuto vendere al mercato.

Oggi, questa semplice ricetta viene realizzata con pesci più pregiati come spigole, mormore o appunto orate. Si racconta che la cottura all’acqua pazza, con cui si prepara anche il pesce, fosse diventata molto di moda a Capri grazie a Totò, che ne era goloso.


Spaghetti all’acquapazza

(Facile – 50 min – 4 persone)

  • 400 g Spaghetti
  • 800  g di Orata a filetti
  • 500 g Pomodori  Pachino
  • Cipolla ½
  • Aglio 1 spicchio
  • Vino bianco secco 50 ml
  • Prezzemolo fresco tritato
  • Fumetto 1 mestolo (la ricetta più sotto)
  • Olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe


Tagliate i filetti di orata a cubetti e tieneteli da parte. Con gli scarti preparate il Fumetto.

IL FUMETTO
Per insaporire il sugo per gli spaghetti all’acquapazza preparate un fumetto con gli scarti dell’orata. Fate scaldare un po’ di olio in una pentola con uno spicchio d’aglio, poi aggiungete una cipolla tagliata a fette. Fatela soffriggere, quindi aggiungete gli scarti del pesce, versate mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare. Coprite con acqua, aggiungete il pepe, prezzemolo, sale e lasciate cuocere per 30 minuti circa con il coperchio. Trascorso il tempo, filtrate il fumetto con un colino e tenetelo da parte.

In una pentola portate a bollore abbondante acqua salata. Nel frattempo lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi. In una padella, scaldate un filo di olio e fate rosolare la cipolla tritata e l’aglio, poi unite i pomodorini e fateli cuocere un paio di minuti a fiamma moderata. A questo punto aggiungete il pesce, sfumate con il vino bianco, e versate un mestolo di fumetto ancora caldo.
Salate, pepate e profumate con il prezzemolo tritato.

Quando l’acqua della pentola avrà raggiunto il bollore, cuocete gli spaghetti al dente. Quando la pasta sarà pronta versatela nella padella con il sugo. Alzate la fiamma al massimo, mescolate in modo da far insaporire al meglio la pasta.

Servte gli spaghetti all’acquapazza subito cosparsi con il prezzemolo tritato.

Commenta per primo

Benvenuti