La Panzanella, classico piatto fresco estivo

Print Friendly

Ammetto che la panzanella è fresco in ogni stagione, ma nelle sere afose d’estate è più piacevole un piatto appena uscito dal frigo. Sarà il caldo particolare di oggi, ma prepararla per cena è stato un piacere, perchè occorre davvero poco tempo oltre ad essere molto economica.

Piatto d’apertura  tipicamente Toscano, la panzanella è una di quelle ricette della tradizione popolare che permettono di reciclare ingredienti avanzati, in questo caso il pane casereccio tagliato a fette.

Ne esiste una versione del Lazio che unisce al pane condito un battuto di prezzemolo. Una versione moderna che aggiunge capperi e acciughe pestate in un mortaio con aglio e peperoncino rosso.

Per trasformarla in un trasforma in un piatto unico basta unrire dadini di formaggio, tonno e uova.

Di questo piatto non guardatene la povertà, ma la ricchezza e genuinità degli ingredienti.


Ingredienti per la Panzanella

(facile – 25 minuti – 4 persone)

  • 8 fette di pane casereccio rafermo
  • 4 pomodori maturi ma sodi
  • 1 rametto di basilico
  • 1 cipolla
  • 1 cetriolo
  • 40 ml. di oli d’oliva extravergine
  • 15 ml. di aceto di vino bianco
  • sale e pepe

Fate ammorbidire le fette di pane in una ciotola con poca acqua fredda. Lavate intanto i pomodori, eliminate il picciolo, ed il basilico. Sbucciate la cipolla, spuntate e sbucciate con un pelapatate il cetriolo.

Scolate e strizzate leggermente il pane trasferendolo in un’insalatiera. Affettate il cetriolo e distribuitelo sopra la pane.

Aggiungete il pomodoro, prima diviso a metà per eliminare i semi e l’acqua di vegetazione, affettato, la cipolla affettata molto finemente ed il basilico spezzettato con le mani.

In una ciotola emulsionate sale, pepe, olio eaceto. Irrorate la preparazione con la vinagrette che avete preparato.

Mescolate bene gli ingredienti, coprite con la pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora o fino al momentodiservire

  • Normalmente dai pomodori non elimino i semi, ma se non piacciono, potete eliminarli dividendoli a metà e spingendoli fuori con la punta di un dito o strizzarli leggermente, senza esagerare, altrimenti rischierete di sciupare la polpa del pomodoro.

Commenta per primo

Benvenuti