I Polpi alla Luciana

Print Friendly, PDF & Email

I Polpi alla Luciana sono una ricetta tipica della cucina napoletana, il nome di questo piatto proviene dai pescatori del borgo marino di Santa Lucia, storico rione di Napoli che prende il nome dalla famosa Chiesa monumentale Basilica di Santa Lucia a Mare, detti appunto  “i Luciani“.

Secondo la tradizione Partenopea questa ricetta esige pomodori freschi e una cottura prolungata a recipiente sempre coperto. Il fondo di cottura dovrà avere la densità di uno sciroppo. Inoltre, sempre seguendo la tradizione, la cottura dovrebbe essere fatta in piccoli recipienti, tegamini, individuali, che si portano in tavola ogniuno con il proprio coperchio, insiema insieme a pomodoro, aglio, olive di Gaeta e capperi.

Dopo averli mangiati una sera in un ristorante Partenope a Terracina li ho preparati secondo la mia ricetta che varia dall’originale, ma se volete mantenere la tradizione basterà aggiungere 3 cucchiai di olive nere di Gaeta e 1 cucchiaio di capperi dissalati insieme al pomodoro.


Polpi alla Luciana

(Difficile – Preparazione 20 min – Cottura 1 ora e 40 – 4 persone)

  • 600 gr di piccoli polpi
  • 50 gr di pomodori pelati, privati dei semi e schiacciati
  • 1 bicchiere di Vino Bianco Secco
  • 4 cucchiai di Olio di Oliva
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • Sale e Pepe

Come prima cosa vuotate e spellate i polipi, eliminando il becco, gli occhi. (eventualemnte potete acqusitarli già puliti). Lavateli a lungo e con cura sotto l’acqua corrente per evitare residui di sabbia.

Mettete l’olio in un tegame di terracotta e fateci rosolare l’aglio qualche minuto, aggiungete i polpi e rosolateli per 5 minuti.

Aggiungete il vino, fatelo evaporare, quindi unite i pomodori. Salate, pepate a vostro gusto, coprite il recipiente e continuate la cottura a fuoco molto basso per un’ora e mezza.

A fine cottura cospargete di prezzemolo, e se gradite di aglio finemente tritato, e servite in tavola i Polpi alla Luciana.

Commenta per primo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.