Friarielli Napoletani (friarielli come cucinarli)

Print Friendly, PDF & Email

Friarielli Napoletani. Ma cosa sono precisamente questi Friarielli Napoletani ?
Quante volte avete sentito “Salsiccia e Friarielli ” ?

Semplicemente si tratta di broccoli. Più precisamente della parte fiorita in cima.
Potremmo quasi definirli cime di rapa, ma quelli sono della tradizione Pugliese. Qui invece parliamo di Tradizione Campana, la cucina più verace, quella di casa mia.

Spesso e volentieri mia Mamma preparava i Friarielli Napoletani  e ci riempiva il cozzetto (la parte iniziele del filone napoletano) di pane svuotato della mollica, i classici panini napoletani.
Quella era una goduria per gli occhi e per il palato. Per la loro abbondanza dopo era un pò quasi un’impresa riprendere le normali attività.

Quando sono freschi potete conservare i friarielli in un luogo fresco e asciutto, va bene anche sul ripiano del frigorifero dedicato alle verdure, per 2-3 giorni. Una volta cotti, come tutte le verdure, possono essere conservati in frigorifero in un contenitore chiuso per un paio di giorni.


Friarielli Napoletani

  • 1 kg. di Friarielli
  • Aglio
  • Peperoncino
  • Olio d’oliva

Preparazione

I Friarielli Napoletani devono essere rigorosamente crudi e in grande quantità poichè in cottura riducono notevolmente il loro volume
Puliteli bene eliminando le parti più dure, eventuali foglie maltrattate o macchiate. Lavateli accuratamente in abbondante acqua, magari con una punta di Bicarbonato e metteteli a gocciolare.
In una padella capiente (all’inizio i friarielli saranno molto voluminosi), fate riscaldare uno spicchio d’aglio e dell’olio d’oliva.
Io aggiungo anche un peperoncino per dare quel tocco piccante tipico della tradizione, che eventualemnte può essere omesso se non gradito, anche se la privazione di questo ingrediente gli farebbe perdere tutta la sua particolarità.
Quando sarà ben caldo, ma non rovente, poggiatevi i friarielli “sgrondati” precedentemente.
Girate con un forchettone e coprite con un coperchio per far appassire.
Quando avranno ridotto drasticamente il loro volume, rimuovete il coperchio, salate e fateli rosolare bene in padella.

Il risultato che otterrete sarà un contorno sfiziosissimo, morbido e gustoso , da abbinare con carni e pesce, ma meglio se, come tradizione vuole, diano il meglio di loro abbinati alla salsiccia, le famose Salsiccie con i Friarielli

Commenta per primo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.