Crocchette di Cavolfiore

Print Friendly, PDF & Email
Queste Crocchette di cavolfiore possono essere un semplice spuntino da portare per le gite fuori porta, per un’aperitivo, un buffet o un’ottimo antipasto per una cena. In tutti i casi, sono deliziosi e avranno successo, come le molte combinazioni di verdura che potrete scegliere, e volendo un involucro ancora più spesso, potete impanarle due volte
Queste irresistibili frittelle croccanti sono un ottimo modo per utilizzare l’umile cavolfiore.
Semplici da mangiare, con una spolverata di sale o una salsa, per  un ottimo spuntino con gli amici nele serate di Mondiali.
Le crocchette si chiamano così per il loro caratteristico involucro croccante che contiene il ripieno morbido formato dal cavolfiore lessato e insaporito con uovo, formaggio, noce moscata e pangrattato per dargli maggior consistenza.


Crocchette di cavolfiore

(Facile  – 30 min – 4 porzioni)
  • 1 cavolfiore
  • 40 g di formaggio grattugiato
  • 2 uova
  • 30 g di burro
  • prezzemolo
  • farina
  • pangrattato
  • noce moscata
  • olio
  • sale e  pepe


Iniziamo con il dividete il cavolfiore a cimette e lessiamole velocemente in acqua bollente salata per circa dieci minuti, poi sgocciolatele.
In un tegame lasciate fondere il burro, insaporite dolcemente le cimette di cavolfiore per dieci minuti, salate, raccoglietele, lasciate intiepidire e passatele al mixer.
Raccogliete la purea di cavolfiore in una terrina, amalgamatela con un uovo, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, un pizzico di noce moscata, salate, pepate e aggiungete tanto pangrattato quanto serve per ottenere un composto abbastanza compatto.
Prelevate il composto a cucchiai e formate delle crocchette, infarinatele leggermente, passatele nel restante uovo sbattuto e poi nel pangrattato che non deve essere troppo fine. Friggetele in una padella con abbondante olio bollente fino a doratura. Asciugatele su carta assorbente da cucina.
Disponetele sul piatto da portata e servitele subito ben calde con gli aperitivi. P
otete aiutarvi con dei coni di carta per fritti, che assorbono l’olio in eccesso e soprattutto mantengono la giusta temperatura.

Commenta per primo

Benvenuti

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.