Cous cous di Tonno, con zucchine e pomodorini

Print Friendly

Molto facile e semplice preparare una ricetta come il Cous cous di Tonno, zucchine e pomodorini e metter su un piatto fresco, saporito, con un gusto che ricorda il lontano Marocco in ogni sua forchettata. La  tenerezza del tonno completa idealmente il sapore e la consistenza del cuscus, rendendolo una combinazione  da acquolina in bocca. Ci vogliono 30 minuti per prepararlo.

Questo delizioso piatto si può servire  come uno spuntino veloce o come cena leggera. E’ incredibile quello che si può fare con una scatoletta di tonno e un po’ di ispirazione.


Ingredienti Cous cous di Tonno

(Facile – 30 minuti – 4 porzioni )

  • 240 gr di Couscous
  • 320 gr. di Tonno sott’olio sgocciolato
  • 4 piccole zucchine
  • 20 pomodori pachino
  • 20 gr. di burro
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale e pepe

Prendete una pentola e mettete a scaldare 400 ml. di acqua. Una volta giunta a bollore, spegnete e versate a pioggiail cous cous.

Mescolate e lasciate riposare per far assorbire l’acqua dal cous cous. Aggiungete il burro e lasciate insaporire rimettendo la pentola sul fuoco basso per pochi minuti. Spegnete il fuoco, sgranate il cous cous, prima con una forchetta e poi con le mani, e mettetelo in un’insalatiera e lasciatelo da parte.

Lavate le zucchine, dividetele in 4 parti nel senso della lunghezza e tagliatee in piccoli tocchetti, in quanto devono cuocere velocemente. Prendete una padella antiaderente, mettete l’olio, l’aglio e cuocete le zucchine per una decina di minuti aggiungendo dell’aqua per non farle bruciare. Salate

Lavate e dividete in quattro parti i pomodorini e scolate il tonno. In un piatto da portata mettete il cous cous, le zucchine, i pomodorini e il tonno. Amalgamate bene il tutto e servite il vostro Cous cous di Tonno a temperatura ambiente.

Il cous cous

E’ un insieme di granelli di semola addensati con acqua e olio ed è accompagnato da carne, pesce o verdure, ne esistono anche versioni dolci. Il metodo tradizionale per ottenerlo è mettere la semola in un recipiente basso e largo, spruzzarvi un po’ di acqua salata: con le dita bagnate della stessa acqua si inizia a lavorare la semola con un movimento rotatorio che porta, man mano che la farina si imbeve di acqua e si gonfia, alla formazione di minuscoli grumi. Si continua con le mani unte di olio fino a quando tutti i grumetti sono separati tra di loro. Il procedimento è molto lungo e, per questo motivo, nelle ricette s’ impiega il cous cous precotto che si può cuocere in modo tradizionale, al vapore oppure nel microonde.

Commenta per primo

Benvenuti