Conserve di Frutta. Alcuni Consigli e tecniche.

Print Friendly, PDF & Email

La conservazione del cibo ha costituito un problema sin dai tempi più antichi. Le soluzioni nel tempo hanno migliorato le tecniche di conservazione, sino a quelle industriali moderne largamente diffuse per praticità e affidabilià. Le conserve casalinghe riservano spesso la sgradita sorpresa di vedere tanta fatica svanire davanti a un barattolo invaso dalla muffa.

Non è possibile resistere al sottile fascino delle conserve preparate in casa, al loro aspetto genuino e al loro sapore naturale che ci richiama il passato.

La buona volonta non basta per un buon risultato e pur non richiedendo abilità da cuochi è essenziale rispettare alcune regole. In ogni preparazione gli ingredienti devono essere di prima qualità, sana e matura, possibilmente non trattata con Anticrittogramici.

Ricordate di eseguire la prova della cottura. Questa operazione consiste nel versare una goccia di mamellata su un piattino e poi inclinarlo, se la goccia aderirà al fondo senza scivolare velocemente, vorrà dire che la marmellata è pronta.

I contenitori devono essere perfettamente puliti, di vetro spesso e resistente, non devono superare i 500 grammi affinchè una volta aperti si possano consumare in breve tempo, le guarnizioni sempre sostituite dopo l’uso per garantirne la tenuta.

In mancanza delle chiusure appena elencate, potete coprire con cellofan inumidito, premendolo con le mani perchè aderisca perfettamente, legato con uno spago o elastico.

Tutte le conserve devono essere riposte in un luogo fresco e buio, lontano da fonti di calore e umidità che favoriscono la fermentazione.

Vediamo quali sono i tipi di conserve di frutta e i metodi più conosciuti.

Marmellata o confettura: è un tipo di preparazione a base di frutta e zucchero per la sua conservazione si usa la chiusura a caldo a freddo.

Gelatina : a base di succo di frutta e zucchero, si conserva come la marmellata.

Frutta sciroppata: a base di frutta e sciroppo di zucchero, si conserva con il metodo della sterilizzazione.

Frutta sotto spirito:  a base di frutta, alcool puro o a 90° C oppure liquore e zucchero, si conserva per effetto dell’alcool.

Conservazione con chiusura a caldo

Per la chiusura a caldo si devono prima riscaldare i contenitori, puliti con cura, immergendoli chiusi in acqua e portati a ebollizione. Quindi si versa dentro la preparazione calda,  lasciando tra questo ed il bordo un centimetro di spazio e chiudendo.

Conservazione  con chiusura a freddo

Lasciare intiepidire il composto dopo la preparazione, versare nei contenitori, lasciate raffreddare completamente, adagiate sul composto un disco di carta oleata bagnata in alcool puro e chiudete il barattolo.

Conservazione tramite sterilizzazione

Si riempono i contenitori lasciando un poco di spazio tra questo ed il bordo, si chiudono e si mettono in una casseruola con acqua fino al  collo dei barattoli. Si fa bollire tutto per 30 minuti e si lasciano raffreddare senza toglierli dal bagnomaria.

Commenta per primo

Benvenuti