Come sgranare la melograna

side view pomegranate slices on a plate with a yellow checkered towel and leaf twigs
Print Friendly, PDF & Email

Oggi vi propongo un modo facile e veloce per sbucciare e sgranare la melograna, il frutto dell’albero melograno, detto anche granata, per la somiglianza con una bomba a mano, mantenendone intatti i chicchi e non sprecando il succo.

Questo frutto rosso dalle molteplici proprietà e benefici, a volte,  sgranarlo risulta un’operazione lunga e non semplice, ma se vi munite di coltello, una  ciotola ed un po’ di pazienza, vi farò vedere il metodo che utilizzo noormalmente  per sbucciarlo senza difficoltà.


Come Sgranare la melograna

Iniziamo con pulire bene il frutto sotto l’acqua corrente per togliere depositi dalla buccia che rischieremmo di mescolare ai chicchi o succo che andremmo ad estrarre.

Asciughiamolo bene, poi fate roteare il frutto con una mano sul tavolo, come si fà per i Limoni, senza esagerare con la pressione, così tutti i chicchi, detti arilli, inizieranno a staccarsi. Sarà più facile poi farli uscire.

Con la punta di un coltello iniziamo con un’incisione circolare lungo la parte superiore a circa un centimetro.
Non incidete troppo in profondità, altrimenti farete uscire il succo. Aiutandovi sempre con la punta del coltello rimuovere la calotta superiore.

Proseguite facendo una seconda incisione in senso verticale lungo tutto la melograna in modo da tagliarlo a metà, cercate di seguire la scanalatura naturale del frutto, la membrana bianca interna che è già naturalmente divisa in spicchi raccogliedo i chicchi. Quindi fate altre incisione per poter ricavarne altri spicchi sempre seguendo la membrana interna.

Eccoci arrivati alla fine

Con una pressione delle dita ricavate gli spicchi come fareste con un’arancia. Prendete ogni spicchio,  mettetevi sopra la ciotola e con un cucchiaio di legno date dei colpetti sulla buccia, senza esagerare. In questo modo, i chicchi, inizieranno a separarsi dalla membrana bianca interna.

Siccome non tutti i chicchi si staccheranno, sarà necessario con le dita staccare quelli rimasti attaccati senza schiacciarli.

Se restano delle tracce di buccia, basterà passare il tutto velocemente sotto l’acqua fresca.

A questo punto avete sgranare la melograna ed i suoi Chicchi sono pronti per essere usati nella preparazione di un dolce, un liquore, lo sciroppo o come semplice decorazione di Torte e Drink.

Se volete deliziarvi con il succo di melograna potete procedere frullando tutti i chicchi in un mixer che filtrerete poi prima di berlo, oppure basterà dividere il frutto a metà spremendolo con l’apposito strumento, come si fa per un’arancia.

Come conservare il melograno

Il melograno intero, se non troppo maturo, una volta raccolto si conserva anche per un paio di settimane. Una volta aperto o quando lo avrete sgranato potete conservarlo in frigorifero in un contenitore di vetro chiuso, per un paio di giorni.

Commenta per primo