Come preparare i Pici Toscani.

Print Friendly, PDF & Email

I Pici Toscani sono il primo piatto della gastronomia senese, simile agli spaghetti ma più larghi, fatti con la farina di grano tenero, anziché con la semola di grano duro. Rappresentano perfettamente il piatto “povero”, tipico della realtà contadina perchè gli ingredienti sono semplicemente acqua e farina.
Possono essere fatti a mano, grossolani ed irregolari, oppure a macchina, con un diametro costante di 3-4 mm.
Per quanto riguarda il condimento, i contadini si accontentavano ad un pù di olio ed un trito di cipolla, ma si gustano meglio con cacio e pepe, al ragù di nana (è l’appellativo toscano dell’anatra), con sugo di salciccia e funghi oppure salciccia, patate e fagioli, sugo all’aglione o con il condimenti per eccellenza di questo piatto, pancetta e briciole di pane.


Pici Toscani

  • 500 g di Farina
  • 2,5 dl di acqua
  • 0,25 dl di olio extravergine di oliva
  • 30 g di semolino
  • sale


Prepariamo i Pici Toscani

Setacciamo la Farina sulla spianatoia e formate la classica fontana. Impastatela con l’acqua e un pizzico di sale.

Lavorate energicamente per 10 minuti gli ingredienti con le mani fino a ottenere un impasto omogeneo, formate poi una palla, ungetela con l’olio extravergine, avvolgetela in una pellicola trasparente per alimenti e fatela riposare per 30 minuti in un luogo fesco.

Trascorso il tempo necessario, tirate la pasta in una sfoglia piuttosto grossa con il mattarello, tagliatela quindi a pezzetti e formate delle palline.

Fate poi rotolare le palline di pasta sulla spianatoia con il palmo della mano destra e allungandola con la sinistra fino ad ottenere degli spaghettoni lunghi e grossi come una matita.

Tenete presente che i pici devono avere lunghezza irregolare ma con lo spessore il piú possibile uniforme e sottile (tipo bucatini o spaghetti molto lunghi, privi di nodi), per garantire una cottura omogenea.

Stendete i Pici Toscani su un canavaccio e spolverizzateli con il semolino, per evitare che si attacchino fra di loro.

Ora potete subito congelarli o versarli in abbondante acqua salata in ebollizione e condirli secondo la ricetta che richiedono questo particolare formato di pasta. Tempo di cottura: circa 5 minuti, a seconda dello spessore.

Commenta per primo

Benvenuti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.